Differenze tra olio CBD full spectrum e olio CBD isolato

Visto che in molti non sanno quale sia la differenza, molti cercano olio senza tracce di THC e molti ancora non conoscono l’esistenza dei due estratti, ho deciso di scrivere due righe a riguardo per fare un po’ di chiarezza.

In commercio possiamo trovare due tipi di Olio al CBD: uno viene denominato Full Spectrum e l’altro solitamente è chiamato semplicemente olio di CBD, senza specificare la parola isolato vicino al nome.

L’olio di CBD full spectrum è sicuramente quello più efficace. Contiene tutti i cannabinoidi presenti nella pianta quali CBG, CBN, CBC,… oltre a piccolissime parti di THC, che non superano mai lo 0,1% (il limite del THC in Italia per quanto riguarda il commercio è stabilito a 0,5% di THC anche se non esiste ancora una vera e propria legge che lo stabilisca) che combinati insieme aumentano l’effetto del CBD.
Il risultato della combinazione fra tutte le sostanze contenute nella cannabis è chiamato effetto entourage; è dimostrato da numerosi studi scientifici che può modificare significativamente l’azione dei principali principi attivi, migliorandone l’azione e riducendo al minimo i possibili effetti collaterali.

Ci sono alcune circostanze in cui però in cui l’idea di assumere THC proprio non va giù. Può essere nel caso in cui sia un animale a dover assumere l’olio, oppure un bambino. Come dicevo, i livelli di THC presenti in queste estrazioni di solito sono talmente bassi da non avere alcuna reazione sul corpo umano. Per evitare però l’ansia che alcuni provano al pensiero di assumere THC, si può ricorrere all’Olio di CBD isolato.
Quest’ultimo normalmente è creato con i cristalli puri di CBD disciolti nell’olio e non contiene alcuna traccia di THC.

Il sapore in entrambi i casi è un po’ forte e potrebbe risultare a volte amaro, a volte piccante, a seconda del produttore.
Di solito i cristalli vengono disciolti in oli vergini di canapa, di oliva, di cocco, ecc,…
A mio parere, quelli in olio extra vergine di oliva sono ottimi e forse i più resistenti. L’olio di canapa è molto delicato e si irrancidisce facilmente; deve essere tenuto in luogo fresco e asciutto, all’ombra da raggi del sole e da qualsiasi fonte di calore. Se dovesse essere esposto al sole diretto anche solo per poco tempo potrebbe creare infatti uno spiacevole sapore.
Negli ultimi tempi sono stati prodotti un sacco di varianti agli oli tradizionali proprio per ovviare al sapore forte e persistente dell’estratto. In commercio possiamo infatti trovarne diversi aromatizzati al limone o alla menta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: