Torta allo yogurt canapa e pere

L’estate sta finendo, ma i frutti rimangono, e spesso restano in terra. L’altro giorno, passeggiando con Mickey, ho trovato una distesa di pere cadute da un alberello ed ho pensato di prenderne un po’ e di portarmele a casa per inventare una ricetta di una torta con la farina di canapa.

ingredienti torta di canapa

INGREDIENTI:
250 gr. di farina tipo 2
125 gr. di yogurt alla vaniglia (se usate lo yogurt di soia avrete una torta vegana =) )
150 gr. di zucchero di canna
130 gr. di olio di semi di mais
200 gr. di pere sbucciate a tocchetti
1 bustina di lievito per dolci
Scorza grattuggiata di mezzo limone

PROCEDIMENTO:
In una ciotola capiente unire lo yogurt e lo zucchero e creare un composto cremoso. Aggiungere l’olio e successivamente la scorza del limone e lavorare bene tutti gli ingredienti insieme.

farina 2 e farina di canapa mescolate

Mescolare la farina insieme alla farina di canapa.

La farina di tipo 2 è una farina con minore raffinazione, rimane un poco più grezza ma contiene molte più fibre e sali minerali in quanto viene macinata a pietra con quasi tutta la sua parte esterna.

Aggiungere la farina setacciandola al composto di yogurt e zucchero.Incorporare anche il lievito, sempre setacciato.Infine aggiungere le pere.

torta di canapa, pere e yogurt da infornare

Il composto non risulterà molto cremoso come le torte soffici in genere e sarà poco malleabile come la foto qui sopra. Non preoccupatevi pero’ di questo, il risultato finale sarà eccellente. Rivestite una teglia di 24 cm con carta da forno e versateci l’impasto.Infornate a 160° per 45 minuti.

la torta di canapa e pere pronta

Cospargete di zucchero a velo e servite a piacere!
La ricetta per la torta può essere anche in versione vegana, basta sostituire lo yogurt con dello yogurt di soia. Non contiene nè burro nè uova per andare incontro a tutte le ormai diffusissime intolleranze alimentari.
Se volete aggiungere un tocco di irresistibile golosità potete introdurre delle gocce di cioccolato fondente nell’impasto!
Buon appetito e …Più canapa per tutti!

logo bottega canacandia

Ecco a voi… il Liquore alla canapa!

Oggi vi raccontiamo, con l’aiuto di alcune foto, la ricetta che un nostro affezionato cliente ha voluto condividere con noi. Una super ricetta per preparare un liquorino alla canapa in maniera semplice e con strumenti che ognuno di noi ha sicuramente a disposizione.Questo è il bellissimo regalo che ci ha voluto fare Andrea per questo Ferragosto, così anche voi potrete, con il raccolto che è in corso, prepararvi il vostro delizioso liquore canaposo, per l’autunno che verrà e per le fredde serate in compagnia degli amici e del camino.

Il primo passaggio da effettuare è la decarbossilazione. Questo passaggio è molto importante perchè serve per ottenere il massimo dalla vostra canapa. Senza questo procedimento i cannabinoidi non si attivano lasciando i prodotti commestibili totalmente inefficaci delle loro proprietà. Andrea in questo caso ha utilizzato:- stecchi della canapa- foglie di grandezza media- residui di pulitura delle cime – 5 grammi di cimette

E’ un processo molto semplice e serve per ottenere il massimo dalla vostra canapa. D’altronde la migliore maniera per consumarla ed averne i suoi benefici è quella di assumerla come alimento anziché di fumarla come molti credono. Distribuite quindi tutto il materiale su un foglio di carta da forno ed infornatelo intorno ai 115°/120° per 30/40 minuti.

A sinistra il risultato della cottura in forno della canapa.

Ora ci occorrono un grosso contenitore di vetro richiudibile dove mettere la sfornata ed in questo caso usiamo 2 litri di alcool. Mettete l’erba sotto alcool e la lasciate riposare per una quarantina di giorni.

Trascorso questo periodo, preparate uno sciroppo di acqua e zucchero. Le dosi normali di solito sono 1-1-11 Litro di alcool1 Litro di acqua1 Kg di zucchero

Andrea ci ha detto che 1 kg di zucchero è un troppo secondo lui, quindi la ricetta la modifica a 600 gr.
In questo caso quindi: 2 litri di alcool2 litri di acqua1,2 Kg di zucchero
Lo sciroppo si prepara scaldando l’acqua e sciogliendoci dentro lo zucchero fino a farlo scomparire completamente. Una volta raffreddato si unisce all’alcool che naturalmente è stato preventivamente filtrato da foglie, stecchi e cime con un semplice colino.
Si passa all’imbottigliamento et… Voilà. Il gioco è fatto! Una nuova bottiglia farà capolino nella vostra cantinetta segreta da condividere con gli amici nelle serate di festa.Potete farne anche una bella idea regalo.
A voi la fantasia!
Vi aspettiamo in Bottega… e se volete portarci una bottiglia della vostra produzione, sarà sicuramente benaccetta!

Cannabis Expo, fiere ed eventi in giro per l’Europa

Logo mary jane Berlin

Di ritorno dalla nostra esperienza Berlinese, alla fiera Mary Jane dove abbiamo collaborato con GHE (General Hydroponics Europe), azienda fondata nel 1975 in Canada che approda in Europa nel 1995 pioniera dei sistemi idroponici e produttrice di fertilizzanti di ottima qualità, vogliamo presentarvi un piccolo calendario dei prossimi eventi in programma.

Sono sempre di più quelli sparsi in giro per l’Europa, e crescono di fiera in fiera, moltiplicandosi di anno in anno. Un mondo dove confrontarsi e scoprire le nuove uscite sul mercato. Easyjoint, ad esempio, è nata proprio da uno di questi saloni: l’Indica Sativa Trade di Bologna del 2017. La più antica fiera della canapa d’Italia, la stessa che nacque a Fermo nel 2013 con la prima edizione.

Eventi legati al mondo della cannabis dove condividere, creare nuovi contatti, scoprire le novità, rimanere sempre aggiornati ed imparare nuove cose. Ve ne proponiamo di seguito un calendario aggiornato.


Green Cologne– Colonia (Germania) 24-25-26 Agosto 2018 – www.greencologne.com

Product Heart Expo – (Inghilterra) 1-2 Settembre 2018 – www.productearthexpo.com

North Grow Expo – Copenaghen (Danimarca) 7-8-9 Settembre 2018 – http://north-grow.com/

Expo Grow – Irùn (Spagna) 13-14-15-16 Settembre 2018 – www.expogrow.net 

Cultiva – Vienna (Austria) 12-13-14 Ottobre 2018 – www.cultiva.at

Spannabis Madrid – Madrid (Spagna) 5-6-7 Ottobre 2018

CanapaInMostra – Napoli (Italia) 26-27-28 Ottobre 2018 – www.canapainmostra.com

Cannafest – Praga (Repubblica Ceca) 2-3-4 Novembre 2018 – https://www.cannafest.com/cs/

Canapa Expo – Milano (Italia) 23-24-25 Novembre 2018 – www.canapaexpo.com

Cannabizz Warsaw – Varsavia (Polonia) 30 Novembre 1-2 Dicembre 2018 – https://cannabizz.pl

logo spannabis madrid
logo canapa expo milano novegro
logo cannabizz warsaw
logo expogrow
logo green cologne
logo cannafest

Olio al CBD – Proprietà e utilizzo

L’olio di #CBD di Sensi Seeds è un integratore alimentare basato sul cannabidiolo, un componente naturale della pianta di Cannabis Sativa L.. Una bottiglia di olio di CBD di Sensi Seeds da 10ml contiene 300mg di CBD (cannabidiolo*). Questo principio attivo viene estratto da piante di canapa coltivate all’interno dell’Unione Europea, senza l’uso di pesticidi o erbicidi, al fine di ottenere un prodotto sicuro e della più alta qualità. L’olio di CBD di Sensi Seeds contiene diversi Fitocannabinoidi, tra i quali i più conosciuti sono il CBD, il CBC (cannabicromene), il CBG (cannabigerolo) ed il CBN (Cannabinolo). Esso contiene anche terpeni, tra i quali Mircene, Limonene, Alpha & Beta -pinene, Linalolo, B-cariofillene, Ossido di cariofillene, Umulene, Nerolidol e Fitolo. Altre molecole naturali trovate nell’olio dii CBD di Sensi Seeds: Alcani, Composti nitrogenati, Aminoacidi, Zuccheri, Aldeidi, Chetoni, Flavonoidi, Glicosidi, Vitamine, Pigmenti, e olio di semi di Canapa. CONSERVAZIONE: Tenere lontano dalla luce del sole, dal calore e dall’umidità; dopo l’apertura tenere in frigorifero. Agitare prima dell’uso. USO CONSIGLIATO: Come integratore alimentare, assumere due volte al giorno. Mettere 1/2ml (15 gocce) sotto la lingua, attendere 60 secondi prima di deglutire. 1 goccia contiene circa 1mg di CBD. GARANZIA DI QUALITÀ: Poter garantire un’elevata qualità costante è di primaria importanza per noi. I nostri prodotti CBD sono sottoposti a controlli in ogni fase del processo produttivo al fine di verificare il contenuto di cannabinoidi e l’assenza di agenti contaminanti. DECLINAZIONE DI RESPONSABILITÀ: Non assumere in stato di gravidanza e durante l’allattamento. Consultate sempre un medico prima di cambiare dieta o assumere un prodotto nuovo. Questo prodotto non è inteso per la diagnosi, il trattamento, la cura o la prevenzione di alcuna malattia.Lo puoi acquistare direttamente dal nostro e-commerce! Non perdere l’occasione!


Fonte diretta dal sito ufficiale Sensi seed

olio al cbd Sensi Seeds

ChufaMix®: il latte vegetale fai da te

Compri sempre il tuo latte vegetale al supermercato?
Da oggi puoi preparartelo direttamente a casa!
Soya, mandorle, orzo e naturalmente anche la CANAPA!

Contenuto confezione chufamix

Le bevande vegetali, che secondo la corte di giustizia non possono essere chiamate “latte” perchè il nome ingannerebbe il consumatore e creerebbe confusione, le puoi preparare semplicemente a casa tua, così potrai sapere esattamente quello che ci hai messo dentro! Senza conservanti, coloranti e dolcificanti non naturali che possono cambiarne il gusto o farne perdere il valore nutrizionale.

istruzioni chufamix

Come usare Chufamix®:

1 – Riempi il recipiente con un litro d’acqua potabile (raccomandiamo acqua molto fredda d’estate ed acqua tiepida d’inverno).2 – Colloca il bicchiere-filtro dentro al recipiente e incastrarlo con delicatezza.3 – Versa la materia prima nel bicchiere-filtro.4 – Frulla con un frullatore o un mixer a immersione a potenza minima per circa 1 minuto.5 – Estrai il bicchiere-filtro e con l’aiuto del mortaio premi per far uscire le ultime gocce.6 – Opzionale, aggiungi zucchero, miele o un altro dolcificante a tuo piacimento, puoi usare il coperchio come dosatore (può ospitare circa 85 grammi).

Chufamix® è stato creato, progettato, prodotto ed assemblato a Valencia; ed è brevettato come invenzione alla O.E.P.M.(Ufficio Spagnolo Marche e Brevetti) con protezione mondiale in 120 paesi. Lo puoi trovare in Bottega oppure sul nostro ecommerce.L’invenzione è composta da 4 pezzi: un recipiente, il bicchiere-filtro, un mortaio ed un tappo (questo serve come misurino per lo zucchero per chi volesse dolcificare la bibita vegetale). Con Chufamix® puoi risparmiare sia in termini economici che per quanto riguarda la tua salute e la salvaguardia dell’ambiente. Ti mostriamo come:

  1. Evitando processi industriali che fanno salire il prezzo e peggiorare il prodotto.
  2. Creando bibite appena spremute che mantengono tutte le proprietà medicinali e nutritive della materia prima che si usa.
  3. Evitando l’imbottigliamento in brik o in bottiglie PET potrai quindi aiutare attivamente a ridurre l’inquinamento del pianeta.

Divertiti ad elaborare bibite vegetali e naturali in maniera semplice e veloce direttamente a casa tua come queste:

  • Succhi di frutta secca: noci, mandorle, castagne, arachidi,…
  • Succhi di semi: quinoa, sesamo, zucca, girasole, ecc.
  • Bibite di legumi: soya, piselli,…
  • Bibite vegetali di cereali: riso, orzo, avena, riso, miglio, ecc.
  • Fantastici frullati di frutta o verdura con frutta secca, semi o cereali.
  • Cocktail fantasia o nutrienti.

Hai soltanto bisogno di avere a casa un mixer ad immersione di qualsiasi tipo, perchè il Chufamix® è adattabile ad ogni dispositivo, e 5 minuti del tuo tempo per creare prodotti molto più genuini di quelli proposti a livello industriale.

Naturalmente puoi trovare tantissime ricette nel mondo dell’internet legate all’utilizzo di Chufamix® e per questo ti consigliamo di andare alla pagina Chufamix Blog Italia ma quella che a noi è piaciuta di più te la scriviamo qui sotto

Nutella Homemade

La crema di nocciola che vi andiamo a proporre si prepara appunto con la polpa della nocciola che vi è avanzata dalla preparazione del “latte” di nocciole.

INGREDIENTI

  • polpa rimasta dal Latte di Nocciola
  • 1-3 cucchiai di cacao in polvere
  • dolcificante liquido (es. miele, agave, stevia,…)

PROCEDIMENTO

  • Togli delicatamente la polpa dal filtro, aiutandoti con le mani o con un cucchiaio di legno, e versala in un contenitore
  • Aggiungi il cacao e il dolcificante
  • Mescola tutti gli ingredienti, con un cucchiaio o una forchetta, per circa 5 minuti, fino ad ottenere una crema
  • Spalma la crema su una fetta di pane, o sui biscotti, e assapora il gusto di nutella. Puoi anche utilizzarla per fare torte e altri dolci!

Ricorda solo di conservare questa nutella casalinga in frigorifero, e di consumarla entro 72 ore!Si può utilizzare questa ricetta, sostituendo le mandorle alle nocciole, da leccarsi i baffi.

Bevanda di Canapa

IL “latte” vegetale di canapa è semplicissimo da preparare. E’ un concentrato di Omega3 ed Omega6, perfetti per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Ricco di vitamina E e proteine vegetali e adatto alle diete vegane, vegetariane e crudiste.

INGREDIENTI

  • 1 lt di acqua fredda
  • 100 gr. di semi di canapa interi
  • dolcificante (zucchero di canna circa 85 gr., miele, agave, stevia,…)

PROCEDIMENTO

  • Lascia i semi in ammollo nell’acqua
  • Frulla i semi con il mixer direttamente dentro Chufamix®
  • Spremi fino all’ultima goccia la polpa ed ecco la tua bevanda vegetale!

Ricorda solo di conservare questa nutella casalinga in frigorifero, e di consumarla entro 72 ore!

Leggende metropolitane e non…

Che cos’è il 4:20?
Ok spieghiamolo questo mito del 4:20

La storia ha origine agli inizi degli anni ’70 quando un gruppetto di studenti di un’università della California scopre dell’esistenza di una piantagione segreta di Marijuana e decide di organizzare una sorta di caccia al tesoro per avventurarsi alla ricerca di questo campo della felicità. L’appuntamento del ritrovo è ogni pomeriggio al termine delle lezioni alle quattro e venti appunto, ed i ragazzi si incontrano per fumare e discutere a proposito del piano di ricerca.La caccia non arriverà mai ad un buon esito purtroppo per i poveri ragazzi, però il ripetersi dell’appuntamento lo fa diventare una sorta di rito e così ben presto 4:20 si trasforma in un codice per parlare di marijuana senza dare troppo nell’occhio di mamme e professori.
4/20 come ben sappiamo, in America indica anche una data, perchè il mese viene scritto infatti prima del giorno. Così il 20 Aprile di ogni anno in California, ed ormai in tutto il resto del mondo, si festeggia la cannabis. Nel Colorado, ogni anno, oltre 10.000 persone si riuniscono per festeggiare la propria passione per l’erba nonostante la polizia.
Si possono definire delle sorte di Flash mob per sdoganare la questa pianta.La tradizione è approdata anche sulla nostra penisola, ed infatti nella giornata di oggi sarà facile trovare ogni sorta di evento lungo tutto il nostro territorio.

Ad oggi il codice #420 si può trovare negli annunci di affitti oppure nei profili delle persone, serve appunto ad indicare l’affinità che potrebbe esserci con il futuro coinquilino o amico.

La canapa in Valle d’Aosta

Sono appena rientrata da una bellissima ed emozionante conferenza che ho tenuto ad Aosta, la mia città natale.
Bellissima perché ho potuto raccontare la canapa ad un sacco di persone che non conoscevano niente a riguardo.
Emozionante perchè l’affluenza è stata di gran lunga superata da quelle che erano le mie aspettative.
Adriana Viérin, presidente dell’Associazione L’Agrou, mi ha invitata per raccontare brevemente quello che sta accadendo nel mondo della canapa, come si comporta la legislazione, come si installa una coltivazione e cosa si può fare con il suo prodotto.

Sono state disposte ottanta sedie nell’aula, ma mai avrei pensato che la gente sarebbe stata anche in piedi per ascoltarci.
Quindi Adriana ci ha presentato, Cristina Faoro, che divideva la presentazione con me, ha racoontato della sua esperienza di coltivazione tutta valdostana, con la sua Associazione Lo themp e io ho condiviso la mia esperienza della Bottega Canacandia.

Il pubblico è stato vario, da semplici curiosi a esperti del settore e agricoltori. Tutti molto attenti e curiosi per ascoltare le nostre parole e rivolgerci domande mirate a capire se anche loro avrebbero potuto cimentarsi nel campo, e con quale ruolo.
Sono felice di questa opportunità che Adriana ha voluto offrirmi, soprattutto perchè mi ha portato nella città dove mancavo da molto, per rivedere vecchie conoscenze che non incontravo ormai da molto.

Un appuntamento in Valle d’Aosta per parlare di canapa!

Tutto parte dalle sinergie, la rete e le collaborazioni. E noi crediamo fermamente in questi principi. La Bottega Canacandia – Un mondo di canapa di Massa Carrara, associazione L’Agrou di Aosta e l’associazione Canapuglia di Conversano si uniscono per dare vita a questo ambizioso e fantastico progetto che è la “Scuola di canapa itinerante”.

LUNEDì SERA, ALLE ORE 20:30, NELLE SALE CONFERENZE DEL CSV IN Via Xavier de Maistre, VERRA’ ILLUSTRATO IL PERCORSO FORMATIVO CHE AVRA’ LUOGO PROPRIO IN VALLE D’AOSTA IN DUE DATE SPECIALI ED UNICHE! In seguito alla numerosa richiesta di iscrizioni ai corsi organizzati da Canapuglia, l’associazione ha deciso di fare un passo verso coloro che sono interessati a partecipare alle lezioni ma non hanno la possibilità di spostarsi. Per questo #Canapuglia ha deciso di organizzare anche in Valle d’Aosta questo corso in due date : 21 e 28 Aprile. Il corso si concentrerà in una sola giornata: saranno 5 ore di lezione interamente dedicate alla coltivazione della canapa che si concluderanno con la consegna degli attestati di partecipazione a tutti i corsisti. Nelle ore di lezione sarà possibile avere tutte le nozioni necessarie all’impianto di una coltivazione di canapa, alla possibilità di effettuazione del progetto ed ai possibili ricavi che la stessa potrà portare, oltre che alle nozioni di storia e cultura della pianta stessa.I corsi risponderanno alle numerose domande: Quali sono le varietà idonee ai diversi climi del nostro Paese? Dove reperire i semi? Come seminare? Quali sono le pratiche colturali? Cosa produrre? Dove conferire il prodotto? Perché coltivare la Canapa? I vari aspetti della coltivazione, in tutte le sue fasi, saranno illustrati con l’ausilio di materiale audiovisivo e dispense. Durante la partecipazione alla serata potrete prendere anche il vostro fumetto dei racconti di Nonna Canapa e partecipare al progetto Le ricette di Nonna Canapa Verranno inoltre illustrate le possibili opportunità che si possono avere in questo mercato nascente, che sta crescendo così in fretta, insieme a diversi ospiti ed operatori del settore.

Medcanapa, il network della Cannabis Terapeutica

Un nuovo #network sta nascendo, ed il suo intento è quello di mettere in contatto i pazienti con medici e farmacie che effettuano preparazioni galeniche in tutta Italia. L’idea nasce nel 2016 dall’incontro tra i soci Masioli e Spinelli (che 13 anni prima diedero vita alla Bottega della Canapa) ed il Dottor Lanzarotti, medico osteopata ed esperto di terapia del dolore di Faenza, che da anni prescrive la cannabis terapeutica ai suoi pazienti.L’obiettivo è quello di spiegare e diffondere la conoscenza del CBD, uno degli oltre 300 fitocomplessi della cannabis del quale ultimamente si sente molto parlare ed è costante oggetto di studio e di nuove scoperte ogni giorno.Strumento provvidenziale per questo momento, Medcanapa. Un momento in cui procurarsi la cannabis terapeutica diventa ogni giorno più complicato vista le grande domanda dei pazienti, ed i medici informati sull’argomento sono ancora troppo pochi per poter esaudire le richieste di tutti gli interessati.Il network si può raggiungere l’indirizzo http://www.medcanapa.com; registrandosi si possono indirizzare direttamente le richieste al medico che risponderà con indicazioni riguardanti le terapie ed i consigli di utilizzo dei prodotti. Allo stato attuale delle leggi il CBD non è considerato né farmaco, né alimento, né integratore, ma assieme a Medcanapa si può avere assistenza su quello che può essere il suo consumo finale. #Medcanapa è un disegno in fase di crescita, ed è quindi alla ricerca di medici e farmacie disposti a collaborare per rispondere ed ingrandire la rete di informazione e diffusione che sta alla base del progetto.Per approfondire l’argomento, proprio questo weekend, durante l’ ”Antica fiera della canapa” a Gambettola (FC) si svolgerà una tavola rotonda dove il dottor Samuele Lanzarotti e la dottoressa Silvia Volpi, nutrizionista e biologa, illustreranno come essere “In salute grazie al CBD”. L’appuntamento è per Domenica 26 Novembre alle 17 al Teatro Comunale.

logo medcanapa

La canapa in Garfagnana

Ieri sera avevamo una consegna speciale da fare! 

Siamo andate a Castelnuovo Garfagnana a portare la birra alla canapa e la farina alla Pizzeria la Credenza.
A parte che Castelnuovo è un paesino fantastico e non ci aspettavamo assolutamente di trovare un posto così bello incastrato nelle Alpi Apuane.
Ma noi abbiamo fatto tardissimo, ed il titolare, Diego, ci ha aspettate lo stesso con i fornelli accesi ed il forno caldo.
Ci ha preparato sul momento, dei fantastici maltagliati alla canapa con speck e zafferano… no! Ma non avete capito! Ha proprio steso la pasta che aveva preparato prima, l’ha spianata, l’ha ritagliata e l’ha buttata nell’acqua bollente per poi condirla a dovere! 
Per non farci mancare nulla poi ha preparato una pizza, anche quella con farina di canapa per farci provare il suo fantastico impasto.
È ricca di fibre e quindi molto più digeribile di una pizza normale.
Il gusto è sorprendente, dovreste assaggiarla.

Senza parole siamo tornate a Massa veramente deliziate da tutte queste bontà!
Vi consigliamo di andare a provare le specialità di questa piccola pizzeria nel cuore di Castelnuovo Garfagnana, una realtà che ormai esiste da più di vent’anni ma vuole essere sempre attuale con le sue proposte innovative e la gentilezza infinita!

Pizzeria La Credenza: Via Farini, 2, 55032 Castelnuovo di Garfagnana LU

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora